E’ arrivato alla Viterbese da poco più di un mese, precisamente il 29 agosto scorso ed ha già trovato spazio in cam- po, scendendo da titolare contro Catanzaro e Vibonese. Stiamo parlando di Edoardo Bianchi, difensore classe 1999 arrivato in gialloblu dopo aver giocato la stagione 2018/2019 nell’Under 19 del Torino e successivamente nel Bari. Inoltre, Bianchi ha indossato le maglie di Empoli e Juventus, Roma e Lazio, dove ha giocato nei rispettivi settori gio- vanili. Lo abbiamo incontrato per farci raccontare come sta andando questa sua nuova avventura in gialloblu.

 

Hai esordito in campionato e mister Lopez ti sta dando fiducia. Te lo aspettavi?

Ne sono felice. Lavoro ogni giorno con la consapevolezza e la voglia di ottenere la fiducia del mister, quindi quando questo accade sono contento. Ciò che è più importante alla fine è il risultato. Io mi metto sempre a disposizione del mister, mi alleno dando il massimo e sono veramente felice di dare il mio contributo alla squadra.

 

Come ti trovi in gruppo? Si intravede che siete molto affiatati

Mi trovo molto bene. Ho trovato dei compagni fantastici. Credo che il mix tra giovani e veterani sia la cosa migliore. Tutti insieme abbiamo contribuito a creare un ambiente molto sereno e che ogni giorno si allena con la consapevolezza di dare il massimo per ciascuno dei ragazzi che indossa questa maglia.

 

Come è il rapporto con i giocatori più esperti?

Devo dire che ho un ottimo rapporto con tutti e che il capitano, così come gli altri che sono qui dallo scorso anno, mi supportano in ogni circostanza. Questo però non vale solo per, è così per tutti noi. Sappiamo che possiamo contare l’uno sull’altro sia in allenamento, sia in partita.

 

Quali sono le tue aspettative per questa stagione?

Sicuramente poter giocare con continuità. Giocare in Serie C significa affrontare squadre forti e fare esperienza in un contesto veramente competitivo. Qui posso migliorarmi sotto ogni punto di vista. Credo che sia io sia la squadra deve avere l’ambizione e la consapevolezza che  possiamo giocarcela con tutti, ma dobbiamo anche avere  l’umiltà di pensare partita dopo partita.

 

Hai un messaggio da lanciare alla città e ai tifosi?

Mi trovo molto bene qui anche perché è la prima volta negli ultimi 6 anni che non sono distante da casa. Viterbo mi piace molto, è una città veramente bella. Non è grandissima e per strada puoi incontrare anche molti tifosi. Anzi, vorrei ringraziarli per il loro affetto e il calore che ci fanno sentire in ogni occasione.

Cristiano Politini